Comunicazione ai cittadini: Nuovo Bilancio e Tasse Ridotte al minimo

28/07/2014

Gentilissimi Colverdesi,
nella serata di lunedì 28 luglio è stato approvato il primo bilancio del nostro nuovo Comune. Data l’importanza di questo documento ritengo doveroso condividere con Voi il percorso intrapreso e i principali contenuti. Sono convinto che questo bilancio sarà ricordato a lungo soprattutto per un motivo: la decisa riduzione della pressione fiscale a partire in primis dalla non applicazione della TASI, la nuova tassa sui servizi comunali introdotta dallo Stato a partire dal 2014 per tutti i Comuni. Nella stesura del bilancio abbiamo deciso di unificare le aliquote per tutti i residenti nelle tre frazioni di Drezzo, Gironico e Parè, evitando così di generare disparità e creare cittadini di serie A e serie B (la legge oggi consente anche di mantenere distinte le aliquote per le frazioni comunali derivanti da processi di fusione). La logica con la quale abbiamo predisposto questo bilancio, infatti, è stata quella di ragionare fin da subito come un’unica Comunità. Abbiamo scelto questa strada, non semplice da percorrere, in una situazione che vedeva i tre ex Comuni caratterizzati da una differenziazione marcata nelle tasse, vuoi per precise scelte amministrative vuoi per situazioni obbligate.Il bilancio del nostro Comune è un bilancio da 5.000.000 di € per 5.400 abitanti circa, di cui 3.000.000 € come conto corrente (spese personale, per servizi, manutenzioni, ecc.) e 1.350.000 € in conto capitale, cioè per opere pubbliche.  Come anticipato sopra abbiamo lavorato affinchè le tasse, che incidono sulla parte corrente, fossero ridotte al minimo. Quando abbiamo presentato il progetto di fusione dei tre Comuni ai cittadini avevamo puntato soprattutto sulla necessità di poter continuare a fornire servizi di qualità, più che sulla diminuzione delle tasse, e questa è stata la linea che convintamente abbiamo portato avanti. Nel momento in cui la situazione economica del nuovo Comune ha cominciato a delinearsi, abbiamo compreso che ci sarebbero stati ampi spazi di intervento anche sulle imposte e questo avrebbe certamente dovuto rappresentare un elemento importante da considerare nelle future scelte amministrative.
Entrando più nel dettaglio, quindi, il bilancio 2014 appena approvato non solo ha raggiunto l’obiettivo di mantenere i servizi offerti alla cittadinanza (penso agli interventi nel sociale, al sostegno all’istruzione, all’asilo nido) ma prevede anche, e soprattutto, una diminuzione della pressione fiscale di oltre 400.000 € rispetto a quanto versato nel 2013 dai cittadini con i tre paesi; stiamo parlando di ben il 31 % in meno di tasse che pagheremo nel 2014 rispetto all’anno scorso. Se pensiamo poi che la non applicazione della TASI (all’aliquota minima dell’1 per mille) ridurrà di altri 280.000 € il prelievo fiscale, i Colverdesi quest’anno risparmieranno quasi 700.000 € e cioè in media circa 130 € a testa.
La decisione di ridurre le tasse è stata una precisa scelta politica, favorita dalla fusione, dai contributi legati a questo processo e dalle economie di spesa conseguenti. Come Amministratori non abbiamo avuto il minimo tentennamento nel scegliere  questa via, consapevoli del complicato momento storico e della necessità di dover dare una risposta concreta alla difficile situazione economica e alla crisi che sta colpendo le nostre famiglie e sta portando alla chiusura di tante aziende. La TASI, per esempio, è una tassa che sarebbe andata a colpire tutti, dai proprietari di case alle nostre imprese, fino agli inquilini e cioè a chi oggi è in affitto e si sarebbe trovato costretto a trovare un ragioniere per farsi calcolare e pagare questa imposta. Per quello che concerne le nuove aliquote sulle altre imposte comunali (IMU, TARI e addizionale comunale IRPEF) avremo cittadini che si vedranno diminuire, e anche di molto, la tassa rifiuti, e penso a chi abita nella frazione di Drezzo, chi avrà importanti riduzioni sull’addizionale IRPEF come Parè e Gironico e, comunque, ribadiamolo, tutti non avranno la TASI da pagare. Per non parlare poi dei costi relativi ad alcuni importanti servizi come quelli scolastici (prescuola, doposcuola, scuolabus) che per la stragrande maggioranza delle famiglie risulteranno notevolmente diminuiti rispetto a quelli dello scorso anno.Relativamente alle opere pubbliche, inoltre, il nostro bilancio prevede importanti interventi: penso, fra gli altri, alla realizzazione dei parcheggi con annessa scalinata presso il curvone di Parè nelle vicinanze della scuola materna, piuttosto che ai progetti già definiti nella frazione di Gironico come la tensostruttura/palestra e il Contratto di fiume riguardante principalmente interventi su problematiche idriche; e ancora al semaforo di Parè sulla provinciale, alla sistemazione del centro di raccolta dei rifiuti di Gironico, alla sistemazione del Municipio di Drezzo, alle asfaltature delle strade più altri stanziamenti.Il bilancio di previsione 2014 di Colverde rappresenta un raggio di sole attraverso le nuvole che illumina il nostro paese e un messaggio di speranza per tutti coloro che si trovano in difficoltà. Di una cosa dobbiamo essere certi: questo è stato possibile solo ed unicamente con la fusione. Ci vorranno un paio di anni per consolidare la situazione economica del nuovo Comune; nel frattempo, rallegriamoci di questi primi ottimi risultati e per quanto riusciremo a realizzare in futuro a vantaggio di tutta la Comunità, attraverso l’offerta di servizi efficienti con tasse al livello più basso possibile.
 
Tanti cari saluti.
             Il Sindaco
Cristian Tolettini
 
EEcco in sintesi una tabella che riporta le aliquote/importi di Colverde per l’anno 2014 a confronto con quelli dei tre Comuni in vigore nel 2013; per la TASI l’aliquota è zero
 

    Drezzo Gironico Parè Colverde
IMU* Prima casa 3,8 4 4 3,8
Seconde case 7,6 8,6 9 7,6
Attività produttive 7,6 8,6 9 7,6
Terreni edificabili 9 8,6 9 8,6
IRPEF Addizionale comunale 0,2 0,5 0,8 0,3
TARI** 1 componente per 100 mq 174 € 147 € 99 € 88 €
2 componenti per 100 mq 287 € 180 € 163 € 175 €
3 componenti per 100 mq 346 € 209 € 195 € 220 €
4 componenti per 100 mq 454 € 253 € 227 € 264 €
* L’IMU sulla prima casa si paga solo per le case di lusso. Inoltre, a Colverde, non è dovuta per le abitazione date in comodato gratuito ai figli e per quelle degli anziani ricoverati nelle case di riposo.
** Per la TARI rispetto alle cifre, puramente indicative, è prevista una riduzione di 15 € per ogni componente superiore al secondo, e fino ad un importo di 60 €, che saranno detratti automaticamente dalle bollette (es. 3 componenti per 100 mq: 220 – 15 = 205 € ).